Betting Exchange : come funziona ?

Il 'Betting exchange', letteralmente , è un nuovo modo di rapportarsi con il mondo delle scommesse sportive. Chiamato anche P2P (Peer to Peer), questo nuovo 'Napster' del betting ha rivoluzionato, almeno in parte, il modo di agire degli scommettitori. I siti che offrono questo servizio non sono infatti veri e propri bookmaker, ma piuttosto intermediari che si occupano di mettere in contatto, attraverso specifici programmi, i singoli scommettitori permettendo loro di interagire. Le opzioni base sono due: accettare proposte di scommessa fatte da altri utenti, ed in tal caso agire nè più nè meno come si farebbe con un normale bookmaker, oppure proporre ad altri di accettare le nostre. In questo caso saremmo dunque noi il bookmaker, scegliendo la quota da offire ed anche la 'scopertura', cioè quanto siamo disposti a rischiare. In entrambi i casi occore avere tutto il denaro necessario depositato presso il sito che gestisce il servizio. L'intermediario è infatti garante di tutte le operazioni svolte, sia per quanto concerne la sfera finanziaria, sia la regolarità delle procedure. Essendo un'invenzione inglese, i termini sono nella loro lingua e questo, almeno all'inizio, può creare qualche problema.

Vantaggi e inconvenienti

Principale vantaggio dei Betting Exchange : le quote proposte sono più interessanti di quelle diffuse dai bookmakers. Perché ? Perché i bookmakers trattengono un margine sulle scommesse che essi propongono, al contrario dei Betting Exchange. I Betting Exchange prelevano una commissione nell’ordine del 5% sull’importo delle vincite nette dello scommettitore. In media, il 5% in meno rispetto a quella applicata dai bookmakers, che si aggira sul 10%. Grazie alla Borsa delle scommesse, potrai scommettere anche contro la realizzazione di un risultato.

Principale inconveniente dei Betting Exchange : non puoi scommettere se non ci sono altri scommettitori disposti a scambiare una scommessa con te. Questo non sempre accade, in particolare per gli sport meno seguiti. Altro punto debole : ideare e realizzare una scommessa è più complesso che presso un bookmaker tradizionale.

Altro punto debole dei Betting Exchange : non è possibile realizzare scommesse combinate.

Come realizzare una scommessa in un Betting Exchange ?

Vediamo in dettaglio una schermata tipo e cerchiamo di capire come funziona.

Prendiamo l’esempio del quarto di finale della Champions League 2005 tra Lione e PSV Eindhoven in Betfair

Osserva ora questa analisi sulla realizzazione delle scommesse :

Le cifre in grassetto corrispondono alle quote e i numeri sottostanti agli importi disponibili a queste quote.

La parte in blu a sinistra della tabella corrisponde all’acquisto di scommesse (back), mentre la parte in viola a destra della tabella corrisponde alla vendita di scommesse (lay). Vediamo che è possibile scommettere un massimo di 4.048 euro sul pareggio (The draw) a una quota di 3.6, quindi di 6535 euro a una quota di 3.55. In più è possibile vendere il Lione per 5332 euro a una quota di 1.83. Immaginiamo che tu decida di scommettere contro il Lione. Devi cliccare sulla casella in viola del Lione (lay). La finestra per realizzare la scommessa apparirà a destra dello schermo. Devi ora scegliere quanto puntare. Per semplificare, immaginiamo che tu punti 100 euro alla quota disponibile per la vendita (1.83). Se il Lione vince, perdi 83 euro ((1.83-1) x 100). Se il Lione non vince (cioè pareggia o perde), vinci 100 euro. Vediamo in dettaglio una schermata tipo e cerchiamo di capire come funziona.Puoi inoltre decidere di acquistare a una quota più alta o di vendere a una quota più bassa. A questo scopo, puoi modificare la quota nella casella che contiene 1.83. In questo caso, la tua scommessa sarà valida non appena uno scommettitore avrà preso la decisione opposta. Se sei troppo esigente sulla quota, è molto probabile che la tua scommessa non venga accettata da nessun altro scommettitore.

NETELLER